Yuthok Yonten Gonpo

Yuthok Yonten Gonpo

Yuthok Yonten Gonpo il Giovane (1126-1202), nato in Tibet, imparò la medicina da suo padre e cominciò a praticarla all’età di soli otto anni. Studiò anche sotto i nove medici che custodivano l’eredità delle tradizioni mediche giunte fino a quel periodo direttamente dall’VIII secolo mediante la trasmissione orale delle conoscenze. Questi medici erano esperti rinomati nell’arte della guarigione (gSowa Rigpa). Egli si recò sei volte in India attraverso il Nepal allo scopo di approfondire la conoscenza del Gyud-shi e delle correlate branche di medicina e di studi medici spirituali. Nella sua biografia si possono trovare descrizioni dettagliate dei suoi viaggi, dei suoi poteri sovrumani e della sua capacità di compiere miracoli. Egli portò in Tibet molti trattati medici fondamentali che costituivano l’essenza dell’oceanica scienza medica indo-tibetana, e scrisse numerosi trattati medici tra cui rGyadpa-chechungi-snyingpo-bsduspa sull’Astanghrdaya di Vagbhata, Pawoe snyingpo-sduspai mdo-gnaskyi-‘grelpa-mthongwaimelong, “Commentario dello specchio chiaro”, sulla “Pulsologia delle Cinque Auto-chiarificazioni” di Vagbhata, Laglen-podchung, “Libro pratico minore”, Mengag-shoggril-skorgsum, “Tre rotoli di trasmissione orale”, rGyudchungwa, “Tantra minore” e Nyamsyig-budonma, “Esperienze pratiche scritte per i figli”.

Al giorno d’oggi egli è particolarmente rispettato e amato per aver preparato e curato l’edizione finale del Gyud-shi, tradotto come “Quattro gloriosi Tantra medici”, o il “re” o la summa della scienza medica, in 156 capitoli. Scrisse due diversi testi del Gyud-shi con annotazioni, uno con inchiostro d’oro per i suoi figli, e un altro con inchiostro nero per i suoi discepoli. Compose anche Chalag-bchorgyad, “Diciotto supplementi” del Gyud-shi, e lo diede al suo discepolo prediletto Sumton Yeshe Zung.

Nella fase finale della sua vita Yuthokpa impartì il ciclo di insegnamenti Yuthok Nyingthik (gYuthog-snyingthig) ai medici e ai pazienti che desideravano raggiungere la liberazione in una sola vita. Egli trasmise la sua eredità al fortunato discepolo Sumton Yeshe Zung, che era egli stesso un’emanazione di Avalokiteshvara. I suoi discepoli, il grande Sumton e lo studioso Bumseng, figlio di Yuthok, trasmisero la sua eredità di insegnamento dei Quattro Tantra ad altri discepoli, e questi insegnamenti costituiscono la tradizione vivente della medicina tibetana tutt’oggi seguita. Sumton Yeshe Zung sostenne la principale trasmissione medica così come la Yuthok Nyingthik, la pratica tantrica spirituale, mentre il figlio di Yuthok, Bumseng, continuò la tradizione del padre mantenendo la sede della Goshi-rethang, insegnando e diffondendo la saggezza del Gyud-shi ai suoi figli e discepoli. La stirpe di Sumton Yeshe Zung divenne la principale depositaria della tradizione medica e spirituale di Yuthok che, grazie ai suoi sforzi, si è ramificata come un baniano e ha pervaso il sistema medico tibetano come il profumo nel legno di sandalo. Attraverso le generazioni il popolo tibetano ha amato e rispettato Yuthok per la sua gentilezza, e lo considera un’emanazione del Buddha della Medicina oltre che il padre della medicina tibetana.

Questo sistema medico è sempre esistito ed è tuttora una forza potente nella cultura tibetana, in virtù del suo concetto centrale che la pratica medica, unita con la gentilezza amorevole, è una medicina essenziale sia per il paziente sia per il medico e una parte importante del modo di vivere del bodhisattva.